Tu sei qui: Home navigazione Calendario ricorrenze Novembre

Novembre

Calendario delle ricorrenze della Famiglia Salesiana

13  Novembre

La Famiglia Salesiana ricorda il Beato Artemide Zatti, salesiano coadiutore. Nasce a Boretto (Reggio Emilia) il 12 Ottobre 1880. Costretta dalla povertà, nel 1897 la famiglia emigra in Argentina a Bahia Blanca. Qui frequenta la parrocchia salesiana. Ormai ventenne, attratto da don Bosco si fa salesiano. Tra le varie occupazioni gli viene affidata anche l’assistenza ad un malato di tubercolosi. Contrae anche lui la malattia. Nell’ospedale di Viedma dove si reca per la cura, è seguito da un sacerdote e medico empirico, P. Evaristo Garrone dal quale impara l e cause e le cure di molte malattie. Chiede e ottiene la grazia della guarigione dopo aver attrezza a dovere promesso di dedicare la sua vita alla cura egli ammalati. Provvede alla costruzione dell’ospedale, lo attrezza di moderne tecnologie, si aggiorna sulle malattie e le loro cure, dedica giorno e notte la sua vita agli ammalati. Di fronte alle difficoltà economiche, sull’esempio di Don Bosco, fa della Divina Provvidenza la sicurezza di tutti i bilanci. Muore il 15 Marzo 1951. Giovanni Paolo II lo proclama beato il 14 aprile 2002.

Mi raccomando che non abbiate paura a chiedere grazie a Dio. Domandate e otterrete; e più domandate e più otterrete…Quali grazie?... lo sapete voi; ma una sì, ed è questa: che noi tutti possiamo amare e servire Dio in questo mondo e poi goderlo per sempre nell’altro, e stare insieme e non separaci mai più…Oh! questa sì la dovete chiedere..(dalle Lettere di Artemide Zatti alla sua famiglia).

15  Novembre

La Famiglia Salesiana ricorda la Beata Maddalena Morano, figlia di Maria Ausiliatrice. Nasce a Chieri (Torino) il 15 Novembre 1847, sesta di otto figli di cui cinque muoiono in giovanissima età. A 8 anni rimane orfana di padre; inizia a lavorare come tessitrice. A dieci anni sente il desiderio di essere maestra. Il parroco di Buttigliera d’Asti ove si era trasferita la famiglia, la assume come maestra d’asilo; non aveva ancora 15 anni. Conseguirà presto il diploma di insegnante. Nel 1879 entra nell’Istituto religioso delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Dopo qualche incarico di responsabilità in Piemonte viene inviata in Sicilia dove svolgerà una straordinaria e infaticabile opera in campo educativo e didattico, “volgendo costantemente uno sguardo alla terra e dieci al cielo”: in 26 anni di permanenza nell’isola fonda 19 case, 12 oratori, 6 scuole, 5 asili, 3 scuole di religione. E’ molto apprezzata dai Vescovi della Sicilia che le affidano l’intera Opera dei catechismi . Maddalena Morano ha compreso a fondo che il sistema preventivo di Don Bosco non è solo un metodo pedagogico, ma una spiritualità che sviluppa e orienta ogni energia al bene, a servizio di Dio e dei fratelli. Muore a Catania il 26 Marzo 1908. Giovanni Paolo II l’ha proclamata beata il 5 novembre 1994.

Vedi come è grande e immenso il mare? Più grande e immensa è la bontà di Dio Si sale l’alta montagna della santità con la costante mortificazione. Anche le alte case sono fatte di piccole pietre sovrapposte le une alle altre…

 

Azioni sul documento

Centro di spiritualità "La Casetta" Via Don Bosco 19 - 10020 - S.Giovanni di Riva presso Chieri (TO)